Previsioni Irs del 30 dicembre 2016

L’Irs 10 anni, fissato a 0,68% il 30/12/2016 in discesa sulla quotazione del 9 dicembre, segnala che la presenza di movimenti orizzontali era stata correttamente individuata e che il mercato non è ancora maturo per la fase ascendente dei tassi.

eurirs-30-12-16Con la riunione di metà dicembre, il Fomc faceva salire i saggi base negli Usa come ampiamente atteso ma riservava comunque la sorpresa di programmare tre rialzi per il 2017: uno in più del previsto. Il Treasury toccava quota 2,6%, un livello forse troppo ottimistico.

Aumentava lo spread col Bund perché il governativo tedesco scendeva a 0,31%, anche a causa della lettura definitiva dell’inflazione europea confermata troppo debole.

Le prese di beneficio facevano scendere il Btp a 1,88% ma l’Irs10 chiudeva alto a 0,78% il giorno 16.

I giorni prima di Natale, finalmente, i tassi core (Bund 0,22%) e periferici scendevano in ragione degli aggiustamenti per le esagerazioni passate: l’Irs 10 anni si adeguava chiudendo a 0,7%.

Il Btp calava all’1,83% quando i volumi ridotti degli scambi non tradivano nervosismo per l’intervento pubblico deciso su Mps.

Nell’ultima settimana dell’anno, in assenza dell’azione stabilizzatrice della Bce che ha sospeso gli acquisti programmati del Quantitative Easing e nonostante l’ulteriore riduzione degli scambi, il mercato obbligazionario europeo ha vissuto una fase di stallo dei rendimenti sia nella componente centrale che in quella periferica.

Il Bund, sceso addirittura allo 0,175%, in chiusura di settimana è risalito a 0,2%: probabilmente questo valore identifica il limite inferiore che fa scattare le vendite sulla base delle attuali condizioni macro.futures-sul-bund-eurex-30-12-16

La previsione di fine gennaio è per quota 0,61% e in assenza di rilevanti novità sul piano della politica monetaria e fiscale, variabili per le quali i mercati hanno mostrato maggiore sensibilità ultimamente, la banda di oscillazione dell’Irs10Y per le prossime settimane è delimitata dagli estremi 0,55% e 0,75%.

(per le prossime attese sui tassi fissi di mutui e obbligazioni: “Previsioni Euribor e Irs del 20 gennaio 2017”)

Lascia un commento


L’autore, Gianluca Libbi, nega ogni autorizzazione a copiare e ripubblicare, per intero ed in qualsiasi altro luogo, i testi presenti sul sito web “www.questidenari.com”. Leggere le informazioni di copyright per ulteriori dettagli.