Previsioni Euribor 3 mesi del 30 agosto 2013

Dopo essere rimasto fermo per cinque sedute consecutive, l’Euribor 3 mesi viene fissato appena un millesimo sotto a quota 0,224% in data 30/08/2013. Chiude in salita l’Euribor 1 mese (0,129%), in controtendenza rispetto all’Euribor 6 e 12 mesi (0,343% e 0,545%).

Martedi scorso differenziale Euribor-Ois a 12,3 punti base.

Settimana tutta in discesa sul brevissimo: Euribor 1-2-3 settimane rispettivamente a 0,098%, 0,107% e 0,115%.

Nonostante il miglioramento della fiducia delle imprese tedesche segnalata nella prima metà della settimana dall’indice Zew, diffuse limature hanno contribuito a determinare ribassi lungo tutta la scaletta dei tassi previsti. Detti ribassi variano da 1 a 16 centesimi dal confronto con gli stessi dati a sette giorni.

Al 30 agosto 2013, tra le altre, vengono restituite dai futures sull’Euribor 3 mesi le quote 0,23% a metà settembre 2013 (superiore al fixing) e 0,29% a metà dicembre 2013 che non lasciano presagire variazioni dei tassi base per la riunione del direttivo Bce in programma il prossimo 5 settembre.

Eccesso di liquidità nel sistema in calo, stimato sotto i 270 miliardi di euro.

Sorprendentemente, mercoledi prossimo le banche europee restituiranno 4,645 miliardi di euro dopo alcune “finestre” Ltro 2011 e 2012 caratterizzate da restituzioni volontarie piuttosto modeste.

Giovedi scorso: i depositi overnight presso Bce sono scesi a 66 miliardi di euro (conti correnti a quota 276 mld); Eonia a 0,076%.

(per le previsioni della prossima settimana sui tassi variabili di mutui e obbligazioni: “Previsioni Euribor e Irs a settembre 2013“)

Asta 29 agosto 2013: Btp 5 anni e Btp 10 anni

Il MEF ha disposto per giovedi 29 agosto 2013, in asta marginale e con regolamento 2 settembre 2013, il collocamento dei titoli di Stato relativi ai Buoni del Tesoro Poliennali quinquennali e decennali.

I Btp 5 anni (decorrenza 02/09/2013, scadenza 01/12/2018, tasso d’interesse annuo lordo 3,5%, data pagamento cedola 1° dicembre 2013, prima cedola corta con tasso lordo pari a 0,860656% corrispondente ad un periodo di 90 giorni su un semestre di 183, scadenza cedole successive al 1° giugno e al 1° dicembre di ogni anno, giorni dietimi 0) sono offerti in prima tranche per ammontare nominale dell’emissione da un minimo di 2,5 miliardi di euro ad un massimo di 3,5 miliardi di euro ed avevano fatto segnare rendimento lordo del 3,22% nell’asta dello scorso 30 luglio.

Nella mattinata di giovedi i Btp quinquennali (ISIN IT0004957574) hanno fatto registrare rendimento lordo in rialzo al 3,38%, prezzo di aggiudicazione 100,71 e rapporto di copertura 1,22 derivante da richieste per oltre 4,264 miliardi di euro (assegnato l’importo massimo offerto).

I Btp 10 anni (ISIN IT0004953417, decorrenza 01/08/2013, scadenza 01/3/2024, tasso d’interesse annuo lordo 4,5%, data pagamento cedola 1° marzo 2014, giorni dietimi 1) sono offerti in terza tranche per ammontare nominale dell’emissione da un minimo di 1,75 miliardi di euro ad un massimo di 2,5 miliardi di euro ed avevano fatto segnare rendimento lordo del 4,46% nell’asta dello scorso 30 luglio.

Nella mattinata di giovedi i Btp decennali hanno fatto registrare rendimento lordo stabile al 4,46%, prezzo di aggiudicazione 100,70 e rapporto di copertura 1,52 derivante da richieste per quasi 3,791 miliardi di euro (assegnato l’importo massimo offerto).

Fonte: Dipartimento del Tesoro

(per la prossima asta dei Btp quinquennali e decennali: “Asta 27 settembre 2013: Btp 5 anni e Btp 10 anni“)

Previsioni Euribor 3 mesi del 23 agosto 2013

L’aumento settimanale che ha riguardato le scadenze a 6 e 12 mesi (0,344% e 0,552%) non tocca l’Euribor 3 mesi (0,225% il 23/08/2013) né l’Euribor 1 mese (0,127%).

Dalle minute Fed non è possibile estrapolare alcuna novità utile per individuare il momento di inizio del tapering americano.

Indicazioni contrastanti dal movimento dell’Euribor 1-2-3 settimane, rispettivamente a 0,105%, 0,110% e 0,117%.

Tassi future ancora una volta fermi per le scadenze prossime (0,24% nella prima metà di settembre ed oltre 0,33% per fine 2013) secondo gli operatori del Liffe che in data 23 agosto 2013 rivedono al rialzo le previsioni di medio termine – causa i dati sull’indice Pmi composito dell’Eurozona in ripresa grazie alla Germania. L’Euribor 3 mesi dovrebbe superare quota 1% per settembre 2015 (anziché a dicembre ’15, come indicavano le attese di sette giorni fa).

Annunciati appena 305 milioni di euro in restituzione per mercoledi prossimo da parte delle banche commerciali che hanno ridotto al minimo il flusso delle restituzioni volontarie da quando si sono aperte le “finestre” Ltro 2011 e 2012. Sembra destinato a rimanere stabile per i prossimi giorni il totale dei depositi overnight presso Bce e dei conti correnti, giovedi rispettivamente a quota 86 e 267 miliardi di euro.

Giovedi scorso Eonia a 0,079% e spread Euribor-Ois a 12,4 basis points.

(per le attese della settimana prossima sui tassi variabili di mutui e obbligazioni: “Previsioni Euribor 3 mesi del 30 agosto 2013“)

Asta Bot semestrali del 28 agosto 2013

Con regolamento 30/08/2013 e sistema di collocamento dell’asta competitiva, il MEF ha disposto per mercoledi 28 agosto 2013 l’emissione dei Buoni Ordinari del Tesoro semestrali.

I Bot 6 mesi (ISIN IT0004954720, emissione 30 agosto 2013, scadenza 28 febbraio 2014, durata 182 giorni) sono offerti in prima tranche per un importo pari a 8,5 miliardi di euro ed avevano fatto registrare rendimento medio ponderato pari a 0,799% nell’asta dello scorso 29 luglio.

Nella mattinata di mercoledi i Bot semestrali, assegnati per l’intero importo offerto, hanno fatto registrare rendimento medio ponderato in salita allo 0,886%, prezzo medio ponderato 99,554 ed hanno ricevuto richieste per oltre 12,468 miliardi di euro (rapporto di copertura 1,47). Il rendimento dei Bot 6 mesi scende al rendimento semplice netto minimo dello 0,377%, secondo Assiom Forex, una volta applicata la ritenuta fiscale e sottratte le commissioni bancarie massime.

Fonte: Dipartimento del Tesoro

(per la prossima asta dei Bot 6 mesi: “Asta Bot semestrali del 26 settembre 2013“)

Asta 27 agosto 2013: Ctz, BTP€i 5 anni e BTP€i 15 anni

Per martedi 27 agosto 2013, con regolamento 30/08/2013, il MEF ha disposto il collocamento in asta marginale dei Certificati di credito del Tesoro “Zero coupon”, dei Buoni del Tesoro Poliennali indicizzati all’inflazione dell’Area Euro quinquennali e dei BTP€i 15 anni.

I Ctz (ISIN IT0004938186, emissione 28 giugno 2013, scadenza 30 giugno 2015) sono offerti in quinta tranche per ammontare nominale dell’emissione da un minimo di 2 miliardi di euro ad un massimo di 3 miliardi di euro ed avevano fatto registrare rendimento lordo pari all’1,857% nell’asta dello scorso 26 luglio.

Nella mattinata di martedi i Ctz 24 mesi, assegnati per quasi 2,983 miliardi di euro (rapporto di copertura 1,46 derivante da richieste per oltre 4,34 miliardi di euro), hanno fatto segnare rendimento lordo in salita all’1,871% e prezzo di aggiudicazione pari a 96,660.

I seguenti titoli sono offerti per ammontale complessivo dell’emissione da un minimo di 500 milioni di euro ad un massimo di 1 miliardo di euro.

I BTP€i 5 anni (ISIN IT0004890882, emissione 31 gennaio 2013; scadenza 15 settembre 2018, cedola annuale 1,7% in pagamento al 15 settembre 2013; giorni dietimi 168) sono offerti in nona tranche ed avevano fatto registrare rendimento lordo pari al 2,91% nell’asta dello scorso 25 giugno.

I BTP€i 5 anni, nella mattinata di martedi, hanno fatto segnare rendimento lordo in discesa al 2,3%, prezzo di aggiudicazione 97,23 e rapporto di copertura 2,3 derivante da richieste per 1,69 miliardi di euro (importo assegnato pari a 735,5 milioni di euro).

I BTP€i 15 anni (ISIN IT0004735152, decorrenza 15 marzo 2011, scadenza 15 settembre 2026, cedola al tasso d’interesse reale 3,10% annuo, data pagamento cedola 15 settembre 2013, giorni dietimi 168) sono offerti in dodicima tranche ed avevano fatto registrare rendimento lordo pari al 3,75% nell’asta dello scorso 25 giugno.

I BTP€i 15 anni, nella mattinata di martedi, hanno fatto segnare rendimento lordo in discesa al 3,3%, prezzo di aggiudicazione 98,20 e rapporto di copertura 3,23 derivante da richieste per 854,5 milioni di euro (importo assegnato pari a 264,5 milioni di euro).

Fonte: Dipartimento del Tesoro

(per la prossima asta dei Ctz: “Asta 25 settembre 2013: Ctz e BTP€i 10 anni“)

(per la prossima asta dei BTP€i 5 anni: “Asta Ctz e BTP€i 5 anni del 28 gennaio 2014“)

(per la prossima asta dei BTP€i 15 anni ISIN IT0004735152: “Asta Ctz, BTP€i 10 anni e BTP€i 15 anni del 24 aprile 2014“)

Previsioni Euribor 3 mesi del 16 agosto 2013

Quasi fermo l’Euribor 3 mesi (0,226%) che perde un solo millesimo rispetto al venerdi precedente. Chiudono a 0,128%, 0,342% e 0,546% i tassi a 1-6-12 mesi del 16/08/2013.

Tranne l’Euribor 2 settimane (0,11%), scendono l’Euribor 1 e 3 settimane (0,101% e 0,117%) sul brevissimo.

Eonia a 0,078%.

I tassi future del 16 agosto 2013 rimangono quasi fermi sul breve (Euribor 3 mesi atteso a 0,24% a settembre) per i dati sull’inflazione e poi sono rivisti al rialzo compatibilmente con le previsioni di lieve ripresa economica nell’area euro.

Depositi overnight utilizzati per 81 miliardi di euro giovedi scorso.

(per le attese della prossima settimana sui tassi variabili di mutui e obbligazioni: “Previsioni Euribor 3 mesi del 23 agosto 2013“)


L’autore, Gianluca Libbi, nega ogni autorizzazione a copiare e ripubblicare, per intero ed in qualsiasi altro luogo, i testi presenti sul sito web “www.questidenari.com”. Leggere le informazioni di copyright per ulteriori dettagli.