Previsioni Euribor 3 mesi del 23 agosto 2013

L’aumento settimanale che ha riguardato le scadenze a 6 e 12 mesi (0,344% e 0,552%) non tocca l’Euribor 3 mesi (0,225% il 23/08/2013) né l’Euribor 1 mese (0,127%).

Dalle minute Fed non è possibile estrapolare alcuna novità utile per individuare il momento di inizio del tapering americano.

Indicazioni contrastanti dal movimento dell’Euribor 1-2-3 settimane, rispettivamente a 0,105%, 0,110% e 0,117%.

Tassi future ancora una volta fermi per le scadenze prossime (0,24% nella prima metà di settembre ed oltre 0,33% per fine 2013) secondo gli operatori del Liffe che in data 23 agosto 2013 rivedono al rialzo le previsioni di medio termine – causa i dati sull’indice Pmi composito dell’Eurozona in ripresa grazie alla Germania. L’Euribor 3 mesi dovrebbe superare quota 1% per settembre 2015 (anziché a dicembre ’15, come indicavano le attese di sette giorni fa).

Annunciati appena 305 milioni di euro in restituzione per mercoledi prossimo da parte delle banche commerciali che hanno ridotto al minimo il flusso delle restituzioni volontarie da quando si sono aperte le “finestre” Ltro 2011 e 2012. Sembra destinato a rimanere stabile per i prossimi giorni il totale dei depositi overnight presso Bce e dei conti correnti, giovedi rispettivamente a quota 86 e 267 miliardi di euro.

Giovedi scorso Eonia a 0,079% e spread Euribor-Ois a 12,4 basis points.

(per le attese della settimana prossima sui tassi variabili di mutui e obbligazioni: “Previsioni Euribor 3 mesi del 30 agosto 2013“)

Lascia un commento


L’autore, Gianluca Libbi, nega ogni autorizzazione a copiare e ripubblicare, per intero ed in qualsiasi altro luogo, i testi presenti sul sito web “www.questidenari.com”. Leggere le informazioni di copyright per ulteriori dettagli.