Rendimenti in calo per i Btp triennali e decennali a gennaio 2011. Scendono anche i CCTeu

Asta del debito pubblico senza tensioni per l’Italia.

Scende al 3,12%, dal 3,25% di dicembre, il rendimento lordo annuo del Btp 3 anni (7° tranche, ISIN IT0004653108, emissione 01/11/2010, regolamento 01/02/2011, scadenza 01/11/2013) registrato al termine dell’asta del Tesoro del 28 gennaio 2011, con bid-to-cover a 1,39.

Cala anche il rendimento lordo del Btp 10 anni (collocato in 11° tranche,  ISIN IT0004634132, emissione 01/09/2010, regolamento 01/02/2011, scadenza 01/03/2021), questa mattina al 4,73% contro il 4,80% di dicembre 2010. Richiesti oltre 4,27 miliardi di euro, assegnati 3,25 miliardi.

Per i CCTeu (ISIN IT0004652175, 7° tranche, emissione 15/10/2010, scadenza 15/10/2017, regolamento 01/02/2011) il rendimento lordo è sceso al 2,55% (2,92% a dicembre). Oltre 2,3 miliardi di euro richiesti, assegnati quasi 1,4.

Fonte: Dipartimento del Tesoro.

(per l’asta del Tesoro su Btp triennali, decennali e CCTeu al 25 febbraio 2011 si veda http://www.questidenari.com/?p=3747)

(per la prossima asta dei Btp 10 anni a scadenza 2021 si legga “Asta del 30 gennaio 2012: Btp 5 anni e Btp quinquennali non più in corso d’emissione; Btp 10 anni e Btp decennali non più in corso d’emissione”)

Lascia un commento


L’autore, Gianluca Libbi, nega ogni autorizzazione a copiare e ripubblicare, per intero ed in qualsiasi altro luogo, i testi presenti sul sito web “www.questidenari.com”. Leggere le informazioni di copyright per ulteriori dettagli.