Previsioni Euribor del 2 aprile 2015

Stimato nuovamente in salita attorno ai duecentocinquanta miliardi di euro, l’eccesso di liquidità nel sistema monetario ha spinto verso l’alto i depositi overnight a quota 73 miliardi mercoledi scorso ed ha esercitato pressioni in senso opposto sui tassi di interesse ai quali le banche scambiano denaro.

Giovedi 2 aprile 2015 l’Euribor 3 mesi è stato fissato a 0,018%; rispetto al venerdi precedente, scendono pure le scadenze 1-6-12 mesi rispettivamente a -0,019%, 0,086% e 0,195%. Il brevissimo non ha abbandonato il territorio negativo fino a metà settimana.

Nelle sedute che anticipano la pausa festiva, la curva dei tassi attesi non è stata influenzata neppure da un dato rilevante come la variazione dei prezzi al consumo nell’Eurozona a -0,1% in lettura preliminare a marzo: l’avvicinamento alla dinamica positiva dei prezzi, gradita alla Bce e ai titolari di mutuo che sperano di tornare a corrispondere interessi a tasso reale inferiore al nominale, è stato segnalato da Eurostat martedi, quando sul Liffe si sono verificate limature inferiori ai due centesimi oltre il breve termine.

In data 02/04/2015 l’Euribor 3 mesi è visto a 0,02% per metà giugno, poi a 0,005% tra fine anno e metà 2016, quindi in risalita per metà settembre 2016 a 0,015% (invariato sul dato di chiusura della settimana passata).

Euribor 3 mesi sopra lo 0,7% sul lungo termine.

(per le prossime attese sui tassi variabili di mutui e obbligazioni: “Previsioni Euribor del 10 aprile 2015”)

Lascia un commento


L’autore, Gianluca Libbi, nega ogni autorizzazione a copiare e ripubblicare, per intero ed in qualsiasi altro luogo, i testi presenti sul sito web “www.questidenari.com”. Leggere le informazioni di copyright per ulteriori dettagli.