Previsioni Euribor del 16 dicembre 2016

curva-dei-tassi-euribor-3-mesi-previsti-fino-al-2022-liffe-16-dicembre-2016

Non si registra cambiamento degno di menzione per la scadenza di metà marzo 2017, associata al valore -0,3% sulla curva dei tassi Euribor 3 mesi previsti in data 16/12/2016, una settimana dopo la riunione del direttivo Bce che ha esteso all’intero anno prossimo il Quantitative Easing modificandone alcuni parametri. La risalita del tasso appare moderata fino a metà 2018.tassi-euribor-3-mesi-previsti-fino-al-2022-liffe-16-dicembre-2016

Seduta cardine è stata quella di giovedi, quando sono arrivate notizie riguardanti i tre rialzi dei tassi Usa in programma per l’anno prossimo, la stima flash dell’indice Markit PMI di dicembre che ha confermato la crescita economica sui massimi degli ultimi undici mesi nell’Eurozona ed il nulla di fatto per la Bank of England: tassi future in rialzo fino a otto centesimi sul Liffe.

Sul tratto di curva più ripido, in chiusura di settimana l’Euribor 3 mesi è stimato a -0,065% a metà 2019 e a 0,465% a marzo 2021, tre centesimi oltre il valore del venerdi precedente come differenziale più alto.

Molta stabilità anche sul mercato interbancario, dove la variazione massima riguarda l’Euribor 3 mesi risalito a -0,314% il 16 dicembre 2016.

Euribor 1-6-12 mesi rispettivamente a -0,372%, -0,216% e -0,081% (fonte dati: Aritma).

Eccesso di liquidità nel sistema sempre attorno ai 1.200 miliardi di euro e totale nuovamente record (1.332 mld) per i depositi giornalieri ed i conti correnti presso Bce mercoledi scorso, primo giorno di accantonamento della riserva obbligatoria per le banche europee.

(per le attese della prossima settimana sui tassi variabili di mutui e obbligazioni: “Previsioni Euribor del 23 dicembre 2016”)

Lascia un commento


L’autore, Gianluca Libbi, nega ogni autorizzazione a copiare e ripubblicare, per intero ed in qualsiasi altro luogo, i testi presenti sul sito web “www.questidenari.com”. Leggere le informazioni di copyright per ulteriori dettagli.