Previsioni Euribor 3 mesi del 27 settembre 2013

Dopo essere rimasto fermo per sei sedute, l’Euribor 3 mesi sale a 0,224% (fixing 27/09/2013). Variazioni limitatissime fanno chiudere l’Euribor 1-6-12 mesi rispettivamente a 0,127%, 0,338% e 0,538%.

Sul brevissimo soltanto l’Euribor 2 settimane rimane sulla quotazione di lunedi (0,106%); leggermente variati l’Euribor 1 settimana (0,098%) e l’Euribor 3 settimane (0,115%).

Lunedi l’intervento di Draghi sulla ripresa lenta e sul mantenimento della politica dei tassi bassi per un periodo esteso, quindi la parziale delusione per la lettura dei dati relativi all’indice Ifo tedesco, hanno prodotto limature diffuse lungo tutta la scaletta dei tassi attesi.

Il 27 settembre 2013 gli operatori del Liffe confermano l’Euribor 3 mesi sui valori di venerdi scorso per le scadenze a breve termine (in particolare: 0,27% a metà dicembre, ovvero cinque centesimi sopra il fixing); poi, a partire dalla seconda parte dell’anno 2015, i ribassi si fanno più consistenti fino alla fine del 2016 (1,5%). Non sono previste manovre sui tassi base in occasione della riunione Bce del 2 ottobre.

Rispetto al giovedi precedente, calano i depositi giornalieri presso Bce (51 miliardi di euro) e si mantiene inalterato l’uso dei conti correnti (264 mld).

Ancora una volta apprezzabili le restituzioni volontarie delle banche europee annunciate per le Ltro 2011 e 2012: complessivi 3,157 miliardi di euro.

Giovedi Eonia a 0,082%.

(per le previsioni della prossima settimana sui tassi variabili di mutui e obbligazioni: “Previsioni Euribor e Irs a ottobre 2013“)

Lascia un commento


L’autore, Gianluca Libbi, nega ogni autorizzazione a copiare e ripubblicare, per intero ed in qualsiasi altro luogo, i testi presenti sul sito web “www.questidenari.com”. Leggere le informazioni di copyright per ulteriori dettagli.