Archivi tag: Euribor 3 mesi

Previsioni Euribor del 1° settembre 2017

Dopo la conferma del fixing a -0,329% in data 01/09/2017, gli operatori del Liffe rappresentano una riunione del board Bce per giovedi prossimo senza cambiamenti nei tassi base (Refi 0%) con la previsione di metà settembre allineata a -0,33% per l’Euribor 3 mesi.

curva-dei-tassi-euribor-3-mesi-previsti-fino-al-2023-liffe-1-settembre-2017

Dalla limatura delle attese per le scadenze di marzo e giugno 2018, rispettivamente viste a -0,315%% e -0,295%, si avvertono le preoccupazioni dei banchieri centrali per un tasso di cambio troppo alto che attenua, o addirittura rinvia, la riduzione del programma di acquisti in titoli obbligazionari nell’area della moneta unica.

tassi-euribor-3-mesi-previsti-fino-al-2023-liffe-1-settembre-2017Al di là di come potrà essere delineata la fase finale del Quantitative Easing, la curva dei futures Eonia sul Liffe prosegue ad escludere cambiamenti nel tasso sui depositi (-0,4%) per la prima metà dell’anno prossimo.

La curva dei tassi impliciti nei derivati sull’Euribor 3 mesi, invece, a inizio settimana ha risentito dell’avversione al rischio per il lancio dei missile nordcoreano sui cieli del Giappone: tasso limato in quota -0,22% per dicembre 2018.

Previsioni invariate giovedi, quando l’inflazione preliminare nell’area euro di agosto è cresciuta oltre le attese degli economisti ma per motivi imputabili ai prezzi dell’energia ed è comunque rimasta a distanza dal cancelletto.

Differenziale tre centesimi massimo negativo a sette giorni per l’Euribor 3 mesi di metà 2021 a 0,4%.

Euribor 1-6-12 mesi rispettivamente a -0,373%, -0,273% e -0,161% (fonte dati: Gruppo Kairos).

Giovedi scorso depositi overnight usati per 605 miliardi di euro e conti correnti presso Bce per 1.248 miliardi.

(per le attese della prossima settimana sui tassi variabili di mutui e obbligazioni: “Previsioni Euribor e Irs dell’8 settembre 2017”)

Previsioni Euribor del 25 agosto 2017

curva-dei-tassi-euribor-3-mesi-previsti-fino-al-2023-liffe-25-agosto-2017

tassi-euribor-3-mesi-previsti-fino-al-2023-liffe-25-agosto-2017L’eccesso di liquidità sistemica si contrae ma rimane sempre abbondante e l’Euribor 3 mesi continua a rimanere stabile a -0,329% il 25 agosto 2017.

Stabili pure le previsioni del Liffe per i prossimi due anni: da -0,325% di settembre, l’Euribor 3 mesi crescerà molto lentamente fino a dicembre, sempre in quota -0,32%, poi subirà una lieve accelerazione fino a giugno 2019 in quota -0,09%.

I buoni dati macro della settimana non scalfiscono la prudenza degli operatori che attendono le comunicazioni delle banche centrali al termine dell’estate.

Euribor limato per quattro centesimi in sette giorni e visto a 0,965% per marzo 2023.

Euribor 1-6-12 mesi rispettivamente a -0,371%, -0,272% e -0,159% (fonte dati: Gruppo Kairos).

Giovedi scorso depositi overnight usati per 600 miliardi di euro e conti correnti presso Bce per 1.236 miliardi.

(per le attese della prossima settimana sui tassi variabili di mutui e obbligazioni: “Previsioni Euribor del 1° settembre 2017”)

Previsioni Euribor del 18 agosto 2017

curva-dei-tassi-euribor-3-mesi-previsti-fino-al-2023-liffe-18-agosto-2017

tassi-euribor-3-mesi-previsti-fino-al-2023-liffe-18-agosto-2017Eccesso di liquidità stimato sui 1.750 miliardi di euro nel sistema ed Euribor 3 mesi stabile per tutta la settimana sul mercato interbancario, ormai da sette sedute in quota -0,329% (fixing 18/08/2017).

Liffe caratterizzato generalmente da lievi increspature ma in chiusura, sulla scia dell’avversione al rischio per l’attentato di Barcellona, ribassi inferiori ai tre centesimi sulle scadenze di medio-lungo termine riconducono la curva sui valori di inizio settimana.

Euribor 3 mesi previsto a -0,32% per fine anno e a quota -0,305% per marzo 2018 secondo estrapolazioni dai contratti futures del 18 agosto 2017.

Attesa quota 0,455% per metà 2021, con differenziale nullo a sette giorni.

Euribor 1-6-12 mesi rispettivamente a -0,371%, -0,271% e -0,158% (fonte dati: Gruppo Kairos).

Giovedi scorso depositi overnight usati per 587 miliardi di euro e conti correnti presso Bce per 1.247 miliardi.

(per le attese della prossima settimana sui tassi variabili di mutui e obbligazioni: “Previsioni Euribor del 25 agosto 2017”)

Previsioni Euribor dell’11 agosto 2017

curva-dei-tassi-euribor-3-mesi-previsti-fino-al-2023-liffe-11-agosto-2017

tassi-euribor-3-mesi-previsti-fino-al-2023-liffe-11-agosto-2017Confermate le attese di metà settembre in quota -0,33%, in linea col fixing invariato -0,329% dell’11 agosto 2017, gli operatori del Liffe rivedono al ribasso quasi interamente la curva dei tassi future con punte massime di dodici centesimi.

Determinanti, soprattutto nella seduta di mercoledi, le limature dovute ai venti di guerra per le difficoltà diplomatiche e continue provocazioni tra Corea del Nord e Stati Uniti che hanno affossato le Borse e condotto all’acquisto degli asset rifugio.

Euribor 3 mesi visto a -0,195% per dicembre dell’anno prossimo.

Tasso nominale ridotto a distanza di sette giorni per le obbligazioni indicizzate a parametro variabile che, a metà 2023, faranno percepire ai detentori interessi attivi all’1,065% sopra la maggiorazione specifica accordata.

Euribor 1 mese a -0,372% in chiusura di settimana; tassi Euribor 6-12 mesi rispettivamente a -0,271% e -0,156% (fonte dati: Kairos Partners).

Giovedi scorso depositi overnight usati per 628 miliardi di euro e conti correnti presso Bce per 1.242 miliardi.

(per le attese della prossima settimana sui tassi variabili di mutui e obbligazioni: “Previsioni Euribor del 18 agosto 2017”)

Previsioni Euribor del 4 agosto 2017

curva-dei-tassi-euribor-3-mesi-previsti-fino-al-2023-liffe-4-agosto-2017

L’indebolimento dell’inflazione Usa prevale sull’accelerazione del Pil Eurozona martedi, quando si producono limature qualificanti in buona parte i differenziali negativi sulla curva dei tassi previsti in data 04/08/2017.

tassi-euribor-3-mesi-previsti-fino-al-2023-liffe-4-agosto-2017Non incidono sul tratto di breve termine, presumibilmente compensati, il tasso di inflazione rimasto invariato all’1,3% a livello annuale, in lettura preliminare di luglio rispetto a giugno nell’area euro, ed il prezzo massimo in due mesi per il petrolio.

L’Euribor 3 mesi è confermato a -0,33% per metà settembre, a -0,315% per metà dicembre e a -0,29% a marzo dell’anno prossimo.

Progressiva ma sempre lenta la crescita dell’Euribor 3 mesi nei periodi a seguire: tasso visto a -0,16% per la fine del 2018, quindi positivo a settembre dell’anno successivo a 0,02%.

Euribor 3 mesi atteso sopra l’1% a fine 2022 sul Liffe, mentre sull’interbancario mantiene la stessa quota a sette giorni col fixing -0,329% del 4 agosto 2017.

Euribor 1 mese a -0,372% in chiusura; costanti, rispetto ai valori di inizio settimana, i tassi Euribor 6-12 mesi rispettivamente a -0,271% e -0,151% (fonte dati: Aritma).

Giovedi scorso depositi overnight usati per 625 miliardi di euro e conti correnti presso Bce per 1.233 miliardi.

(per le attese della prossima settimana sui tassi variabili di mutui e obbligazioni: “Previsioni Euribor dell’11 agosto 2017”)

Previsioni Euribor del 28 luglio 2017

curva-dei-tassi-euribor-3-mesi-previsti-fino-al-2023-liffe-28-07-2017

Appare esagerato attribuire le diffuse increspature prodotte martedi sui tassi future, superiori ai sette centesimi sul lungo termine, alla crescita della fiducia manifestata dalle imprese in Germania e registrata dal record dell’indice Ifo.tassi-euribor-3-mesi-previsti-fino-al-2023-liffe-28-07-2017

E di certo lo stesso fenomeno non è conseguente ai dati del giorno prima relativi alla perdita di slancio dell’indice Pmi flash composito di luglio o al taglio delle stime di crescita Usa operato dal Fmi.

Giovedi risulta congrua, invece, la conferma delle attese sul breve termine seguente alla conferma dei tassi di interesse dopo la riunione Fomc, in cui la governatrice Yellen ha sottolineato la discesa dell’inflazione e la permanenza sotto al target.

Euribor 3 mesi fissato sull’interbancario a -0,329% in data 28/07/2017, in salita rispetto a venerdi scorso ma stabile nel corso di una settimana che non ha fatto registrare il nuovo valore massimo per il totale dei depositi overnight e conti correnti presso Bce (in consueto riferimento al giorno iniziale del nuovo periodo di mantenimento della riserva obbligatoria per le banche europee). Si interrompe così la serie continuativa che perdurava dall’aprile 2015.

Euribor 3 mesi confermato al livello del fixing per tutta l’estate e poi visto sempre in salita nell’orizzonte temporale di riferimento, a -0,315% per la fine di quest’anno e a -0,15% per la fine del prossimo.

Previsioni tra quota -0,085% e +0,125% per l’anno 2019.

Differenziale positivo massimo a sette giorni per l’Euribor 3 mesi del dicembre 2022, stimato a 1,105% dagli operatori del Liffe che rivedono verso l’alto il solo tratto di curva caratterizzato da tassi positivi.

Euribor 1-12 mesi in rialzo rispettivamente a -0,371% e -0,152%; Euribor 6 mesi a -0,272% in chiusura (fonte dati: Kairos Partners).

(per le attese della prossima settimana sui tassi variabili di mutui e obbligazioni: “Previsioni Euribor del 4 agosto 2017”)


L’autore, Gianluca Libbi, nega ogni autorizzazione a copiare e ripubblicare, per intero ed in qualsiasi altro luogo, i testi presenti sul sito web “www.questidenari.com”. Leggere le informazioni di copyright per ulteriori dettagli.