Previsioni Euribor dell’8 luglio 2016

Fino a mercoledi l’Euribor 3 mesi ha proseguito il suo cammino al ribasso, obbligato dalla massa di liquidità che la Bce inietta nel mercato finanziario, ma poi si è stabilizzato al fixing -0,293% dell’8 luglio 2016.

Sempre venerdi minimo assoluto per l’Euribor 1 settimana a -0,379%, ancora più vicino alla soglia teorica del deposit rate; più in generale, nelle ultime sedute andamento in discesa per tutte le scadenze di breve sull’interbancario (Euribor 1 mese -0,367%). Ne deriva la sottrazione del parametro negativo dallo spread ai fini della determinazione di un qualsiasi flusso periodale d’interesse per la cedola relativa alle obbligazioni a tasso variabile.

curva dei tassi Euribor 3 mesi previsti fino al 2022 (Liffe, 8 luglio 2016)

Nella prima metà della settimana il dato finale Markit composito, che conferma la crescita moderata dell’economia nella zona Euro a giugno, non ha impedito limature diffuse dei tassi future a partire dall’anno prossimo; movimenti al ribasso anche quando la risalita delle vendite al dettaglio di Francia e Germania non è stata sufficiente a compensare la riduzione di quelle italiane per lo stesso mese.tassi Euribor 3 mesi previsti fino al 2022 (Liffe, 8 luglio 2016)

In data 08/07/2016 i tassi impliciti nei derivati sull’Euribor 3 mesi segnalano quota -0,335% per settembre e quota -0,375% per fine anno.

Le limature settimanali estese lungo tutta la scaletta lasciano supporre il potenziamento dell’intervento espansivo della Banca centrale, che potrà essere realizzato anche attraverso nuovi strumenti, in aggiunta alla manovra di abbassamento del tasso sui depositi marginali per 10 punti base, ormai palese sul tratto di curva che supera lo 0,4% negativo da giugno 2017 fino al termine del 2018.

Rallenta il ritmo di risalita dell’Euribor 3 mesi (-0,375% a metà 2019).

Il Liffe vede l’Euribor 3 mesi positivo per la prima volta a giugno 2021, dove le variazioni negative a sette giorni superano gli undici centesimi.

Euribor 6-12 mesi venerdi a -0,19% e -0,059% (fonte dati: Gruppo Kairos).

Depositi overnigth usati per 340 miliardi di euro, conti correnti presso Bce per 689 miliardi.

(per le attese della prossima settimana sui tassi variabili di mutui e obbligazioni: “Previsioni Euribor del 15 luglio 2016”)

Lascia un commento


L’autore, Gianluca Libbi, nega ogni autorizzazione a copiare e ripubblicare, per intero ed in qualsiasi altro luogo, i testi presenti sul sito web “www.questidenari.com”. Leggere le informazioni di copyright per ulteriori dettagli.