Previsioni Euribor del 5 agosto 2016

Unico a scendere tra i tassi del mercato interbancario nel corso di una settimana caratterizzata dall’espansione dell’eccesso di liquidità sistemica verso i 1.000 miliardi di euro, l’Euribor 3 mesi ha toccato il nuovo minimo storico mercoledi mattina (-0,299%) per poi chiudere a -0,298% il 5 agosto 2016. Venerdi torna al minimo assoluto anche l’Euribor 1 settimana.

curva dei tassi Euribor 3 mesi previsti fino al 2022 (Liffe, 5 agosto 2016)

tassi Euribor 3 mesi previsti fino al 2022 (Liffe, 5 agosto 2016)Le increspature sensibili che martedi avevano colpito i tassi future, per motivi legati alle dinamiche dei mercati obbligazionari, sono state compensate dalle limature nella seduta di giovedi, dopo l’annuncio della manovra di politica monetaria della Bank of England. L’istituto centrale britannico, con una decisione andata oltre le aspettative, non si è limitato a tagliare i tassi base al minimo storico ma ha incrementato il programma di acquisto dei titoli di Stato ed ha lanciato due nuovi piani, tra cui uno finalizzato all’acquisto di corporate bond. La spinta sui tassi attesi è stata rafforzata dalla caduta delle vendite al dettaglio Eurozona di luglio secondo Markit.

In seguito alla diffusione del dato buono sull’occupazione Usa che ha spostato lievemente le stime del Liffe verso l’alto sul medio-lungo termine, al termine della giornata del 05/08/2016 i tassi impliciti nei futures sull’Euribor 3 mesi appaiono invariati fino al termine dell’anno prossimo: da quota -0,31% di metà settembre, il parametro in oggetto scenderebbe fino al minimo -0,37% al ritmo lento di un centesimo per ogni trimestre del 2017.

Il confronto con la curva della settimana scorsa evidenzia a partire dal 2018 una modesta revisione al rialzo dei tassi previsti che giunge al culmine in corrispondenza del periodo compreso tra settembre 2019 (-0,305%) e marzo 2021 (-0,02%), ultima scadenza col segno meno.

Euribor 3 mesi visto a 0,31% a metà 2022.

Venerdi Euribor 1-6-12 mesi rispettivamente a -0,37%, -0,185% e -0,047% (fonte dati: Kairos Partners).

Forte aumento settimanale per i depositi overnight, usati per 341 miliardi di euro, e per i conti correnti presso Bce (758 miliardi).

(per le attese della prossima settimana sui tassi variabili di mutui e obbligazioni: “Previsioni Euribor del 12 agosto 2016”)

Lascia un commento


L’autore, Gianluca Libbi, nega ogni autorizzazione a copiare e ripubblicare, per intero ed in qualsiasi altro luogo, i testi presenti sul sito web “www.questidenari.com”. Leggere le informazioni di copyright per ulteriori dettagli.