Previsioni Euribor del 22 maggio 2015

Lentissima ma priva di ripensamenti tra gli istituti che compongono il panel di riferimento per le operazioni di calcolo, la discesa dell’Euribor 3 mesi porta a -0,012% il 22 maggio 2015 la quotazione del parametro più usato nei mutui a tasso variabile e non influenza le attese sul breve termine: fra queste, la previsione di metà giugno prossimo viene confermata in quota -0,01% rispetto a venerdi scorso.

tassi Euribor 3 mesi previsti fino al 2021 (Liffe, 22 maggio 2015) - www.questidenari.comCon la particolarità dei tassi invariati nelle ultime due sedute sul mercato interbancario, ha continuato a manifestarsi in settimana il trend ribassista per tutte le scadenze: Euribor 1 mese fissato a -0,052%; Euribor 12 mesi a 0,162%. E’ stata registrata un’insignificante increspatura giornaliera per l’Euribor 6 mesi, favorita dalla riduzione dell’eccesso di liquidità per circa trenta miliardi di euro, prima della chiusura a 0,054% (fonte dati: Aritma).

Dal brevissimo i tassi negativi non hanno inviato alcun segnale di allarme: Euribor 2 settimane fermo a -0,098% dal 19 al 21 del mese.

Sul Liffe la settimana è apparsa inquadrata nell’ottica di generale assestamento dei mercati alla ricerca di una direzione, con risultanze conclusive che non mutano il quadro di sette giorni fa.

A partire dall’ultimo trimestre 2015, limature crescenti fino a sette centesimi hanno accompagnato al termine della seduta di martedi i dati relativi al crollo dell’indice Zew di maggio sulle aspettative degli investitori tedeschi e alla salita dei prezzi su base mese secondo stima definitiva di aprile (prezzi fermi su base annua e pertanto Europa fuori dalla deflazione: novità peggiorativa per gli obbligazionisti).

Nessun movimento degno di menzione sul tratto a medio termine della curva dei tassi previsti nella giornata di giovedi, quando è stato diffuso il dato minimo a tre mesi per l’indice flash Pmi composito Eurozona che segnala lo scarso vigore infuso dalla locomotiva tedesca nella crescita economica di maggio. Venerdi non incide sui contratti derivati l’Ifo di maggio in flessione.

In data 22/05/2015 i tassi Euribor 3 mesi attesi dagli operatori di Londra tracciano una curva sempre orientata verso l’alto che si annulla in corrispondenza della scadenza di settembre prossimo.

Sul dato a sette giorni si osservano ridotti differenziali che avvicinano all’asse delle ascisse i tassi nel tratto compreso tra la seconda metà del 2016 e la fine del 2018, quando l’Euribor 3 mesi salirà dallo 0,05% allo 0,55%.

curva dei tassi Euribor 3 mesi previsti fino al 2021 (Liffe, 22 maggio 2015) - www.questidenari.com

Per quanto non collegati in modo deterministico all’eccesso di liquidità nel sistema, sono in contrazione i numeri dei depositi overnight, usati giovedi per 90 miliardi di euro, e dei conti correnti presso Bce per 297 miliardi.

(per le attese della prossima settimana sui tassi variabili di mutui e obbligazioni: “Previsioni Euribor del 29 maggio 2015”)

Lascia un commento


L’autore, Gianluca Libbi, nega ogni autorizzazione a copiare e ripubblicare, per intero ed in qualsiasi altro luogo, i testi presenti sul sito web “www.questidenari.com”. Leggere le informazioni di copyright per ulteriori dettagli.