Previsioni Euribor del 10 luglio 2015

La forma della curva dei tassi Euribor 3 mesi previsti sul breve termine non appare distorta nel confronto a sette giorni, ma impercettibilmente abbassata: le decisioni degli operatori del Liffe, se da un lato sono improntate all’attesa giudiziosa della soluzione della questione greca, dall’altro non possono ignorare le quotazioni in discesa sul mercato interbancario che renderebbero insostenibile la tesi di un tasso di metà settembre (0%) troppo distante dal fixing -0,018% del 10/07/2015.

curva dei tassi Euribor 3 mesi previsti fino al 2021 (Liffe, 10 luglio 2015)

Nel corso della settimana anche l’Euribor 1 mese, agevolato dall’eccesso di liquidità nel sistema che si mantiene poco sotto i quattrocento miliardi di euro, è risultato in calo fino a quota -0,071%. Chiudono invariati rispetto a lunedi, invece, i tassi Euribor 6 e 12 mesi rispettivamente a 0,049% e 0,164% (fonte dati: Aritma).

Sempre schermato il brevissimo, dove i tassi negativi sono risultati fermi tra mercoledi e giovedi (Euribor 1 settimana a -0,131%).

tassi Euribor 3 mesi previsti fino al 2021 (Liffe, 10 luglio 2015)Nessuna increspatura dei tassi future dopo la diffusione del Markit Eurozone Retail Pmi che lunedi ha mostrato la crescita delle vendite di giugno, per quanto più lenta rispetto a maggio, trainata dalla Germania.

I tassi impliciti nei derivati sull’Euribor 3 mesi del 10 luglio 2015, come avviene da molte settimane, continuano a segnalare condizioni di parziale stabilità fino a metà dell’anno prossimo (0,025%). Giovedì 16 luglio avrà luogo la consueta riunione di politica monetaria nel corso della quale non dovrebbero essere comunicate variazioni per i tassi base ma forse specificati gli aggiornamenti per il programma di acquisto di obbligazioni.

A partire dall’estate 2016 inizierebbe ad assumere maggiore consistenza la risalita dei tassi quantificabile con una crescita di oltre diciotto centesimi nell’arco di un anno (0,21% a giugno 2017). In assenza di novità cruciali sul piano macroeconomico, ma con il contagio ottimistico proveniente da altre piazze mosse dall’entusiasmo per le nuove proposte che saranno presentate ai ministri finanziari dell’Eurozona, venerdi l’Euribor 3 mesi viene visto al rialzo in quota 0,4% nel primo trimestre del 2018.

Giovedi scorso depositi overnight usati per 115 miliardi di euro e conti correnti presso Bce per 395 miliardi.

(per le attese della prossima settimana sui tassi variabili di mutui e obbligazioni: “Previsioni Euribor e Irs del 17 luglio 2015”)

Lascia un commento


L’autore, Gianluca Libbi, nega ogni autorizzazione a copiare e ripubblicare, per intero ed in qualsiasi altro luogo, i testi presenti sul sito web “www.questidenari.com”. Leggere le informazioni di copyright per ulteriori dettagli.