Previsioni Euribor 3 mesi del 31 agosto 2012

Prima la richiesta di aiuti finanziari provenienti dalla Catalogna, poi la richiesta formale avanzata dalla Regione autonoma di Valencia, hanno accresciuto gli interrogativi sul contenuto dei bilanci delle banche spagnole (ed impattato sugli spread del mercato obbligazionario) ma non hanno influenzato la discesa dei tassi sul mercato interbancario, dove l’unica eccezione è stata la scadenza mensile ferma a 0,121%. In settimana sono risultati poco variati anche i futures a Londra, e conseguentemente è rimasta quasi immutata la curva dei tassi Euribor 3 mesi previsti.

Le condizioni di abbondante liquidità continuano a favorire la discesa pure sul brevissimo, con l’Eonia arrivato a toccare 0,106% giovedi scorso.

L’Euribor 3 mesi è stato fissato a quota 0,278% per il 31 agosto 2012, nuovo minimo storico che sarebbe ulteriormente intaccato sino alla fine dell’anno quando – secondo le contrattazioni sul Liffe – è visto scendere a quota 0,22% per poi invertire la rotta: nei limiti dell’orizzonte temporale segnato da giugno 2018, l’andamento crescente del tasso atteso si manifesta senza particolare forza e senza oltrepassare la soglia del 2%.

Stabili i depositi delle banche presso la Bce, utilizzati per 330,306 miliardi di euro giovedi scorso; nella prima mattinata dello stesso giorno, lo spread Euribor-Ois si era alzato a 22,4 punti base (0,224%).

(per le previsioni sui tassi variabili della prossima settimana: “Previsioni Euribor e Irs a settembre 2012“)

Lascia un commento


L’autore, Gianluca Libbi, nega ogni autorizzazione a copiare e ripubblicare, per intero ed in qualsiasi altro luogo, i testi presenti sul sito web “www.questidenari.com”. Leggere le informazioni di copyright per ulteriori dettagli.