Previsioni Euribor 3 mesi del 28 settembre 2012

Nulla di nuovo sul mercato monetario: abbondanza di liquidità e scambi ridotti, tassi in discesa (Euribor 3 mesi al minimo storico 0,22% il 28/09/2012) e spread Euribor-Ois ai minimi da marzo 2011 (13,9 punti base).

Oltre all’Euribor scadenza 12-6-1 mese (rispettivamente a 0,684%, 0,437% e 0,115%), venerdi scende anche quello a 3-2-1 settimana (0,097%; 0,089%; 0,083%). Eonia quotato giovedi scorso a 0,095%.

Si segnalano in progressiva diminuzione i depositi overnight delle banche europee (288 miliardi di euro giovedi scorso) sommati ai conti correnti presso Bce, per un totale di 827 miliardi di euro (-30 mld rispetto alla settimana prima).

Gli ultimi giorni sono trascorsi all’insegna della prudenza, con qualche sospetto sui bilanci delle banche spagnole attese al varco degli stress test (i cui risultati si sono rivelati poi in linea con le attese dei 60 miliardi di euro necessari alla ricapitalizzazione degli istituti iberici).

Il nervosismo che ha pesato sulle piazze europee, in rosso alla chiusura di venerdi, non ha avuto effetto sulle trattative dei derivati di Londra, praticamente invariati nel corso della giornata.

La parte più interessante della curva dei tassi impliciti nei futures sull’Euribor 3 mesi, ovvero il tratto iniziale, non mostra sensibili cambiamenti rispetto alle attese del 21 settembre scorso: il parametro preso a riferimento per molti contratti di mutuo a tasso variabile è visto stazionare attorno al valore attuale fino alla seconda metà dell’anno prossimo, a partire dal minimo di dicembre 2012 (0,19%).

(per le previsioni sui tassi variabili della settimana prossima: “Previsioni Euribor e Irs a ottobre 2012“)

Lascia un commento


L’autore, Gianluca Libbi, nega ogni autorizzazione a copiare e ripubblicare, per intero ed in qualsiasi altro luogo, i testi presenti sul sito web “www.questidenari.com”. Leggere le informazioni di copyright per ulteriori dettagli.