Previsioni Euribor 3 mesi del 26 aprile 2013

L’Euribor 3 mesi visto a 0,18% per metà giugno, secondo la lettura dei tassi future di Londra, appare ancora troppo vicino al fixing 0,207% dello stesso 26 aprile 2013 per enfatizzare la realizzazione di un taglio dei tassi di interesse eventualmente deciso nella riunione Bce di giovedi prossimo. Piuttosto sarebbe opportuno porre al centro dell’attenzione l’urgenza di far pervenire liquidità all’economia reale attraverso soluzioni non convenzionali che, attualmente allo studio della banca centrale, comporterebbero l’acquisto sul mercato secondario di bond emessi dalle imprese europee: chiari segnali di allarme sono stati forniti negli ultimi giorni dalla contrazione degli indici Pmi Eurozona di aprile (ivi incluso quello della Germania), dalla debolezza dell’indice Ifo sulla fiducia delle imprese tedesche e dalla riduzione del volume dei crediti alle aziende tutte (grandi e medio-piccole) che a marzo ha fatto registrare -0,8% su base annua.

Sono tutti in discesa, al termine della settimana, i tassi su un mercato interbancario caratterizzato da distensione e scambi sottili: l’Euribor 1 mese finisce a 0,117%, l’Euribor 6 mesi a 0,318% e l’Euribor 12 mesi a 0,515%. Sul brevissimo le variazioni settimanali sono contenute nei limiti di un millesimo: 0,083%, 0,092% e 0,1%, rispettivamente, la quotazione dell’Euribor 1-2-3 settimane.

Banche europee ancora in attesa di decisioni politiche dei governi o di manovre dell’istituto centrale per sfruttare un eventuale abbattimento del tasso passivo: il riassorbimento della liquidità in eccesso, programmato per giovedi 2, si ridurrà ad appena 2,27 miliardi di euro in occasione dei rimborsi per entrambe le aste straordinarie a 36 mesi del 2011 e del 2012. Giovedi scorso depositi overnight Bce a 111 miliardi di euro, conti correnti a 311, ovvero totale in discesa a circa 422 miliardi di euro.

La scaletta dei tassi impliciti nei derivati sul Liffe non riserva cambiamenti per tutta l’estate: la lenta risalita dell’Euribor 3 mesi inizierebbe nell’ultimo quadrimestre dell’anno con valori nell’ordine dello 0,21% per dicembre 2013. Quota 1% per marzo 2017.

Giovedi scorso Eonia a 0,083%.

(per le attese della prossima settimana sui tassi variabili di mutui e obbligazioni: “Previsioni Euribor e Irs a maggio 2013“)

Lascia un commento


L’autore, Gianluca Libbi, nega ogni autorizzazione a copiare e ripubblicare, per intero ed in qualsiasi altro luogo, i testi presenti sul sito web “www.questidenari.com”. Leggere le informazioni di copyright per ulteriori dettagli.