Previsioni Euribor 3 mesi del 25 maggio 2012

Col rifiuto della Merkel agli Eurobond proposti da Hollande, i contratti futures hanno restituito tassi attesi in calo su tutta la scaletta dai 2 ai 12 centesimi mercoledi scorso.

Stesso copione giovedi con ribassi stavolta più contenuti, da 1 a 5 centesimi; idem venerdi ad eccezione della fascia dicembre ’12 – settembre ’14 rivista in lieve rialzo.

Il risultato ultimo, in data 25/05/2012, fornisce evidenza della traslazione verso il basso subìta dall’intera curva dei tassi Euribor 3 mesi nel giro di sette giorni, ampiamente esplicativa del pessimismo degli operatori sul Liffe in merito alla questione greca e all’unificazione della politica fiscale e monetaria europea più in generale. Il minimo di settembre è stato aggiornato allo 0,56%.

La rinegoziazione dei contratti futures a Londra non sembra essere stata influenzata dalle quotazioni del mercato interbancario, dove l’Euribor 3 mesi non ha conosciuto la battuta d’arresto della settimana scorsa ma ha proseguito la sua discesa sino al fixing di 0,675% venerdi 25 maggio.

Altri indicatori segnalano la cronicizzazione di alcuni problemi, fra i quali il volume di denaro fermo nei depositi a 24 ore presso la Bce (quasi 761 miliardi di euro giovedi) e la rarefazione degli scambi tra banche commerciali.

L’Eonia è stabile a 0,335%, mentre si è allargato negli ultimi due giorni lo spread Euribor-Ois, salito prima a 39 e poi a 41 punti base: non accadeva dal 13 aprile.

(per le previsioni della settimana prossima: “Previsioni Euribor 3 mesi del 1° giugno 2012“)

Lascia un commento


L’autore, Gianluca Libbi, nega ogni autorizzazione a copiare e ripubblicare, per intero ed in qualsiasi altro luogo, i testi presenti sul sito web “www.questidenari.com”. Leggere le informazioni di copyright per ulteriori dettagli.