Previsioni Euribor 3 mesi del 24 maggio 2013

La diffusione a metà settimana dei dati Pmi manifatturiero e servizi in aumento, contenenti il messaggio di un rallentamento della recessione in Europa, ha contribuito a creare increspature significative dei tassi future sul medio termine. I tassi impliciti nei derivati del Liffe restituiscono valori in rialzo fino a sedici centesimi che permettono di tracciare una curva avente maggiore inclinazione, ma pur sempre contraddistinta da gradualità (quota 1% superata a fine 2016).

Sulle scadenze ravvicinate invece l’Euribor 3 mesi, atteso per metà giugno allo 0,2%, sta seguendo un percorso di allineamento alle recenti quotazioni sul mercato interbancario caratterizzate da oscillazioni giornaliere di 1 millesimo molto poco significative (fixing 0,2% del 24 maggio 2013, lo stesso di venerdi scorso). Spread Euribor-Ois costante a 13 punti base.

Nel corso della settimana è rimasto invariato l’Euribor 1 mese (0,112%); l’Euribor 6 mesi finisce a 0,294% e l’Euribor 12 mesi a 0,474%.

Venerdi Euribor 1-2-3 settimane rispettivamente a 0,083%, 0,092% (costante) e 0,102%.

Annunciati in restituzione 8,123 miliardi di euro per la prossima finestra Ltro (sia 2011 che 2012). Scende ancora l’utilizzo dei depositi overnight presso Bce e dei conti correnti, giovedi scorso a 373 miliardi di euro; lo stesso giorno Eonia a 0,078%.

(per le previsioni della prossima settimana sui tassi variabili dei mutui e delle obbligazioni: “Previsioni Euribor 3 mesi del 31 maggio 2013“)

Lascia un commento


L’autore, Gianluca Libbi, nega ogni autorizzazione a copiare e ripubblicare, per intero ed in qualsiasi altro luogo, i testi presenti sul sito web “www.questidenari.com”. Leggere le informazioni di copyright per ulteriori dettagli.