Previsioni Euribor 3 mesi del 20 luglio 2012

Anche questa settimana è trascorsa all’insegna della discesa delle quotazioni dei tassi sul mercato interbancario, come da attese.

Ha segnato un nuovo minimo storico l’Euribor 3 mesi (0,451% il fixing del 20/07/2012) mentre l’Eonia, dopo aver subìto l’abbattimento di circa 20 punti base contestuale all’azzeramento del tasso sui depositi, si è stabilizzato da tre giorni a quota 0,12%.

Le stesse indicazioni arrivano dai depositi presso Bce, per i quali l’utilizzo di 356,821 miliardi di euro non si discosta molto da quello del giovedi precedente: le condizioni di mercato dove gli scambi presentano un numero limitato, pertanto, non appaiono ancora ideali. Di nuovo in discesa, comunque, il differenziale Euribor-Ois a 36 b.p.

Dopo alcuni giorni di calma piatta, i cambiamenti nei derivati futures contrattati sul Liffe sono durati l’arco della mattinata di venerdi, quando ancora non poteva essere definitivo il dato della chiusura in territorio negativo delle principali piazze europee.

La curva dei tassi previsti subisce un ulteriore abbattimento che porta il minimo di dicembre 2012 vicinissimo a quota 0,3% e rende ancora più graduale nel tempo il movimento di risalita dell’Euribor 3 mesi: sarebbe necessario aspettare la scadenza del marzo 2014, secondo le attese del 20 luglio 2012, per tornare a vedere il parametro sui livelli attuali.

(per le previsioni sui tassi variabili della settimana prossima: “Previsioni Euribor 3 mesi del 27 luglio 2012“)

Lascia un commento


L’autore, Gianluca Libbi, nega ogni autorizzazione a copiare e ripubblicare, per intero ed in qualsiasi altro luogo, i testi presenti sul sito web “www.questidenari.com”. Leggere le informazioni di copyright per ulteriori dettagli.