Previsioni Euribor 3 mesi del 20 aprile 2012

Stabili a 746 miliardi di euro giovedi scorso, ma sempre alti, i depositi presso la Bce rappresentano l’unico segnale significativo di inefficienza del mercato monetario che continua a scambiare denaro a prezzo decrescente, portando l’Euribor 3 mesi del 20 aprile 2012 a quota 0,734%. Inizia a conoscere pause, comunque, la discesa dell’Euribor 1 mese: a 0,408% martedi e mercoledi, il tasso è poi diminuito di un millesimo ed ha mantenuto lo stesso fixing giovedi e venerdi.

Praticamente bloccati l’Eonia (0,347% giovedi, a ridosso del tasso 0,25% riconosciuto dalla banca centrale) e lo spread Euribor-Ois (40 punti base venerdi come sette giorni prima), sempre al minimo dal 1° agosto dell’anno scorso.

Nulla di rilevante nel corso della settimana in termini di previsioni sui tassi; gli operatori sul Liffe, in base agli orientamenti del mercato azionario, hanno rivisto moderatamente in un verso o nell’altro le loro stime fino alla giornata di venerdi 20 aprile tutta improntata al rialzo: la curva dei tassi ricavati dai futures sull’Euribor 3 mesi diviene più ripida da fine anno, quando dovrebbe innescarsi l’inversione dell’attuale trend ribassista per il superamento dei valori minimi di 0,68% a giugno e settembre.

(per le previsioni della prossima settimana: “Previsioni Euribor 3 mesi del 27 aprile 2012”)

Lascia un commento


L’autore, Gianluca Libbi, nega ogni autorizzazione a copiare e ripubblicare, per intero ed in qualsiasi altro luogo, i testi presenti sul sito web “www.questidenari.com”. Leggere le informazioni di copyright per ulteriori dettagli.