Previsioni Euribor 3 mesi del 19 ottobre 2012

Perde soltanto un millesimo al giorno, ma continua a scendere, l’Euribor 3 mesi che tocca il nuovo minimo storico 0,204% col fixing del 19 ottobre 2012. A inizio settimana il differenziale Eur-Ois era tornato a 12 p.b.

Scendono anche le scadenze a 1-6-12 mesi, rispettivamente a quota 0,11%, 0,405%, 0,641%, mentre quelle a 1-2-3 settimane rimangono ferme venerdi, sia pure in calo rispetto a sette giorni prima (0,079%; 0,087%; 0,094%). Eonia fissato giovedi a 0,093%.

Si è concretizzata la discesa sotto quota 800 miliardi di euro per la somma dei depositi presso Bce e dei conti correnti (giovedi rispettivamente a 256 e 535 mld): segnale positivo della fiducia in crescita tra istituti europei che tuttavia scambiano fra loro ancora troppo poco denaro.

Le variazioni al rialzo dei tassi future di questa settimana sono state prodotte fino a mercoledi, quando notizie favorevoli di varia natura e le attese per il vertice europeo hanno risollevato la curva sulle scadenze di medio-lungo termine.

Sul finire di settimana, invece, le variazioni insignificanti dei prezzi dei derivati sul Liffe hanno suggerito che l’affidamento della supervisione bancaria alla Bce dal 2013 ed i realizzi sulle piazze europee fossero stati già largamente messi in conto.

Il minimo dell’Euribor 3 mesi previsto al 19/10/2012, per il terzo venerdi consecutivo, rimane confermato a quota 0,2% sulla scadenza di metà dicembre prossimo.

(per le previsioni sui tassi variabili della settimana prossima: “Previsioni Euribor 3 mesi del 26 ottobre 2012“)

Lascia un commento


L’autore, Gianluca Libbi, nega ogni autorizzazione a copiare e ripubblicare, per intero ed in qualsiasi altro luogo, i testi presenti sul sito web “www.questidenari.com”. Leggere le informazioni di copyright per ulteriori dettagli.