Previsioni Euribor 3 mesi del 18 gennaio 2013

Ad eccezione della scadenza mensile, sono tutti in salita i tassi interbancari al termine della settimana che vede l’Euribor 3 mesi riportarsi a quota 0,209% (fixing 18/01/2013), al livello del 15 ottobre scorso. Sale a 10,9 punti base lo spread Euribor-Ois e finiscono a 0,112%, 0,351% e 0,587%, rispettivamente, le scadenze a 1, 6 e 12 mesi.

Sul brevissimo prendono 1 millesimo l’Euribor a 2 e 3 settimane (0,089% e 0,099%), mentre rimane fermo a quota 0,08% il tasso a 1 settimana.

Sulla scia dell’innalzamento dei tassi sul mercato interbancario, gli operatori sul mercato Liffe hanno allineato le loro contrattazioni all’accresciuta propensione al rischio che, negli ultimi giorni come da inizio anno, produce benefici su listini azionari, titoli pubblici dell’Europa periferica e moneta unica. Particolarmente incisivi gli effetti di giovedi scorso, con increspature dei tassi previsti sino a tredici centesimi, mentre sono risultate di minor intensità le limature di mercoledi e venerdi.

Nel complesso, se raffrontati a quelli della settimana prima, i tassi impliciti nei futures sull’Euribor 3 mesi risultano in aumento fino alla scadenza di settembre 2016, a partire dal minimo di metà marzo a quota 0,28%.

Col passaggio dal vecchio al nuovo periodo di mantenimento della riserva obbligatoria, iniziato il 16 gennaio, si è assistito al trasferimento di circa 56 miliardi di euro dai depositi overnight presso Bce ai conti correnti e alla conseguente illusione sul raggiungimento dell’economia reale: si tratta in verità di una movimentazione di flussi finanziari che al 17 gennaio lascia praticamente invariato a quota 736 miliardi il totale degli utilizzi, contro i 733 di sette giorni prima.

Giovedi Eonia allo 0,068%.

(per le previsioni sui tassi variabili dei mutui della settimana prossima: “Previsioni Euribor 3 mesi del 25 gennaio 2013”)

Lascia un commento


L’autore, Gianluca Libbi, nega ogni autorizzazione a copiare e ripubblicare, per intero ed in qualsiasi altro luogo, i testi presenti sul sito web “www.questidenari.com”. Leggere le informazioni di copyright per ulteriori dettagli.