Previsioni Euribor 3 mesi del 16 dicembre 2011

Tutte al ribasso le previsioni Euribor 3 mesi del venerdi 16 dicembre 2011 sul Liffe, sia nel confronto con quelle del giorno prima che nel paragone con le attese del venerdi precedente. Per gennaio gli operatori di Londra contrattano derivati con tasso implicito 1,32% ipotizzando il calo del costo del denaro sul mercato interbancario, sul quale potrebbe influire anche l’imminente asta straordinaria a 36 mesi; poi i valori scenderebbero sotto la soglia dell’1%, da settembre 2012 a marzo 2013, come conseguenza di un nuovo intervento della Bce atteso entro la prima metà dell’anno prossimo.

I dati vanno interpretati alla luce del taglio dello 0,25% operativo da pochi giorni per il tasso di interesse sui rifinanziamenti principali, causa della discesa del tasso Euribor 3 mesi arrivato a quotare 1,417% in data 16/12/2011 (diminuzione limitata nell’ordine dello 0,02% in una settimana).

Sempre presenti le tensioni sul mercato interbancario: iniziato il nuovo periodo di mantenimento della giacenza (media) obbligatoria, le banche commerciali hanno depositato presso la Bce volumi crescenti di denaro (oltre 196 miliardi di euro giovedi scorso) nonostante il taglio dei tassi abbia coinvolto pure la remunerazione riconosciuta dall’istituto centrale, scesa allo 0,25%.

(per le attese sui tassi del prossimo 23/12/2011 sul Liffe si legga “23 dicembre 2011: previsioni dei tassi Euribor 3 mesi”)

Lascia un commento


L’autore, Gianluca Libbi, nega ogni autorizzazione a copiare e ripubblicare, per intero ed in qualsiasi altro luogo, i testi presenti sul sito web “www.questidenari.com”. Leggere le informazioni di copyright per ulteriori dettagli.