Previsioni Euribor 3 mesi del 13 aprile 2012

Lieve limatura sotto i sei centesimi ieri, venerdi 13 aprile, su tutte le scadenze dei tassi impliciti nei futures Euribor 3 mesi e curva praticamente uguale a quella della settimana passata nell’orizzonte temporale delimitato dall’anno corrente (si apprezza una leggera diminuzione soltanto a partire da gennaio 2013 per motivi di avversione al rischio trasmessa dai mercati borsistici).

Il tasso interbancario, fixing 0,753% al 13/04/2012, è valutato dagli operatori sul Liffe in discesa fino al minimo di 0,66% a settembre. Sarebbe necessario attendere fino a metà del 2014 e fino a metà del 2016 per rivedere l’Euribor 3 mesi che supera – rispettivamente – la soglia dell’1% e del 2%.

Dalle continue oscillazioni del tasso Eonia (0,341% giovedi scorso seguente allo 0,35%) e dalla diminuzione di un solo millesimo alla quale è andato incontro l’Euribor 1 mese per le ultime tre quotazioni, si deduce che anche l’Euribor 3 mesi è ormai prossimo al valore minimo. Inoltre, i dati si associano ai 41 punti base dello spread Euribor-Ois registrati a inizio mattinata di venerdi, dopo il minimo di 40 b.p. degli ultimi otto mesi verificatosi il 10 aprile.

Infine, rimane confermato da parte delle banche europee l’elevato utilizzo dei depositi presso la Bce anche nei primi giorni del nuovo periodo di mantenimento di riserva obbligatoria (giovedi a euro 705,625 miliardi).

(per le previsioni Euribor della prossima settimana: “Previsioni Euribor 3 mesi del 20 aprile 2012“)

Lascia un commento


L’autore, Gianluca Libbi, nega ogni autorizzazione a copiare e ripubblicare, per intero ed in qualsiasi altro luogo, i testi presenti sul sito web “www.questidenari.com”. Leggere le informazioni di copyright per ulteriori dettagli.