Più alti delle attese i rendimenti delle obbligazioni Enel 2016

L’autorizzazione Consob di quest’oggi alla pubblicazione del prospetto informativo sull’emissione societaria Enel a scadenza 2016 conferma tutte le caratteristiche già note dei bond dell’azienda italiana di produzione energia elettrica (http://www.questidenari.com/?p=2129).

Unica eccezione è rappresentata dallo spread sui tassi di riferimento (midswap per il fisso ed Euribor semestrale per il variabile) fissato da un minimo di 65 ad un massimo di 125 punti base, più alto delle aspettative di mercato. La fissazione del relativo campo di variazione – probabilmente – è stata indotta dalle considerazioni sul raffronto coi rendimenti di titoli similari nel caso (facile da prevedere) l’offerta Enel ricevesse forti richieste di adesione.

La restituzione integrale del capitale a scadenza sarà preceduta dalla corresponsione posticipata annua della cedola a tasso fisso per gli investitori che sceglieranno la relativa tranche, e dalla corresponsione posticipata semestrale della cedola a tasso variabile per gli altri.

La sottoscrizione di obbligazioni non prevede spese o commissioni. Ai rendimenti lordi maturati sarà applicata l’aliquota di imposizione fiscale nella misura del 12,5%.

Fonte: Milano Finanza

Lascia un commento


L’autore, Gianluca Libbi, nega ogni autorizzazione a copiare e ripubblicare, per intero ed in qualsiasi altro luogo, i testi presenti sul sito web “www.questidenari.com”. Leggere le informazioni di copyright per ulteriori dettagli.