La giustizia americana per la morte di Michael Jackson

Ed arriva finalmente l’ufficialità di una notizia che molti si attendevano per via delle troppe voci gridate da più parti, fra cui la sorella accusatrice, il cardiologo che professa la propria innocenza e dice di temere per la propria vita, i media di tutto il mondo: il decesso di Michael Jackson non è avvenuto per cause naturali (http://www.questidenari.com/?p=759).

L’esito dell’esame autoptico, eseguito dal medico legale su disposizione del coroner di Los Angeles, rivela che un mix di farmaci letale, principalmente un anestetico e un sedativo, è stato rinvenuto nel corpo della pop star americana.

Di conseguenza, essendosi trattato di omicidio, la vicenda si complica sia sul piano legale che su quello economico: seguirà l’incriminazione del medico curante, e verranno meno le garanzie assicurative che avrebbero consentito alle società di spettacolo il recupero di una parte dei mancati introiti causati dalla scomparsa di Jacko.

Fonte: Corriere.it

Lascia un commento


L’autore, Gianluca Libbi, nega ogni autorizzazione a copiare e ripubblicare, per intero ed in qualsiasi altro luogo, i testi presenti sul sito web “www.questidenari.com”. Leggere le informazioni di copyright per ulteriori dettagli.