L’outlook sul mercato dei corporate bond

Dimenticarsi i rendimenti del 2009: il tempo delle vacche grasse è finito, ma il 2010 può riservare comunque buone soddisfazioni.

La pensa così Paul Read, gestore del comparto obbligazionario corporate di una delle più importanti società d’investimento al mondo, quando deve valutare le opportunità riservate dai mercati attuali, sempre meno rischiosi e, conseguentemente, meno profittevoli.

Sono in crescita la domanda di prodotti a reddito fisso e la liquidità, il merito creditizio ed il grado di normalizzazione del sistema bancario: lo scenario macro-economico rappresenta il punto di partenza per un buon gestore, solo in seguito impegnato nell’attività di scelta dei titoli societari emessi.

Fonte: I T Forum – Investment & Trading

Lascia un commento


L’autore, Gianluca Libbi, nega ogni autorizzazione a copiare e ripubblicare, per intero ed in qualsiasi altro luogo, i testi presenti sul sito web “www.questidenari.com”. Leggere le informazioni di copyright per ulteriori dettagli.