Il (più) vecchio conio

 

Risale alla fine del VII° secolo A.C. l’invenzione delle monete, quando i Lidi, antichi abitanti della Turchia occidentale, intuirono i vantaggi di imprimere un marchio su quei pezzi metallici aventi dimensione e peso costanti che già venivano utilizzati come denaro.

Questa operazione, diretta a garantire valore agli oggetti coniati, fu apprezzata al punto da essere effettuata in tutto il mondo greco, nell’arco di un secolo, e tramandata fino ai giorni nostri.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.