Fondiaria Sai: chiusura 2009

Profondo rosso per Fondiaria Sai: il 2009 si chiude in negativo (superiore alle stime di Equita Sim) con perdite consolidate pari a 391,5 milioni di euro, contro l’utile di 90,7 milioni del 2008. La perdita si attenua a 342,6 milioni (rispetto all’utile di 87,4 milioni) se valutata al netto delle quote di pertinenza terzi.

L’utile della capogruppo è sceso a 40,2 milioni di euro (dai precedenti 69,6 milioni).

La distribuzione del dividendo sarà di 0,40 euro per le azioni ordinarie (rispetto agli 0,70 dell’esercizio precedente).

Nel settore danni, l’effetto combinato del peggioramento sinistri e dell’adozione di criteri maggiormente orientati al principio della prudenza, sostanziatisi nella crescita da 154,6% a 162,7% del rapporto fra riserve nette e premi di competenza, ha prodotto un risultato prima delle imposte negativo per 498,4 milioni (da +314,9 milioni nel 2008).

Al contrario, nel settore vita si è realizzato un utile ante imposte per 84,9 milioni (contro una perdita di 59,1 milioni nel 2008), per quanto siano state registrate partite straordinarie.

Fonte: Milano Finanza

(per lo stacco del dividendo del 24 maggio 2010 si veda http://www.questidenari.com/?tag=24-maggio-2010)

Lascia un commento


L’autore, Gianluca Libbi, nega ogni autorizzazione a copiare e ripubblicare, per intero ed in qualsiasi altro luogo, i testi presenti sul sito web “www.questidenari.com”. Leggere le informazioni di copyright per ulteriori dettagli.