Bilancio 2010 Fiat: tornano utile e dividendi al 18 aprile 2011

Il C.d.A. di Fiat S.p.A. ha approvato il bilancio consolidato del Gruppo Fiat ante scissione 2010 (http://www.questidenari.com/?tag=risultati-31-dicembre-2010) che ha chiuso in utile netto consolidato per 600 milioni di euro (contro la perdita 2009 per 848 milioni), come si appura da comunicato stampa.

Utile netto di quasi 442 milioni di euro per Fiat S.p.A., in salita rispetto ai 340 milioni circa del 2009. In pagamento a partire dal 21 aprile prossimo, con stacco cedola al 18/04/2011, il dividendo di 0,09 euro per azione ordinaria, 31 centesimi di euro per le privilegiate e 31 centesimi di euro per le risparmio.

Il flusso di cassa di Fiat S.p.A. (-234mila euro nel 2010, in peggioramento rispetto ai -21mila del 2009) è scaturito dall’assorbimento di risorse monetarie per attività d’investimento (principalmente “costituzione e capitalizzazione di controllate” per oltre 2,25 miliardi) superiore alla generazione di risorse per attività di finanziamento (fra cui “accensione di debiti finanziari non correnti” per oltre 2,19 miliardi) e per attività tipiche dell’esercizio (oltre 63 milioni). I debiti finanziari non correnti, considerati i rimborsi, sono così passati da euro 1.816.781.700 nel 2009 ad euro 2.561.442.000 in data 31/12/2010.

Lascia un commento


L’autore, Gianluca Libbi, nega ogni autorizzazione a copiare e ripubblicare, per intero ed in qualsiasi altro luogo, i testi presenti sul sito web “www.questidenari.com”. Leggere le informazioni di copyright per ulteriori dettagli.