2 milioni di euro ai calciatori del Siena per fermare l’Inter

“Non permetterei a nessuno di sporcare l’immagine di Siena”: così si è espresso Massimo Mezzaroma, presidente (romano) del Siena calcio che non ha gradito lo spettacolo offerto in campo e sugli spalti l’ultima domenica sera, quando dall’Olimpico è stato trasmessa – alle televisioni e ai media di tutto il mondo – una partita di calcio a dir poco originale fra Lazio ed Inter.

L’ultima giornata del campionato di serie A, per il Siena già retrocesso matematicamente, assume ora un significato molto preciso: lealtà sportiva che animerà tutti i giocatori contro la squadra dell’Inter per far vincere i valori dello sport, e premio di 2.000.000 di euro ai calciatori per l’ottenimento di punti in classifica che potrebbero tornare utili in caso di ripescaggi.

Infatti un dirigente del Siena, Davide Buccioni, non esclude stravolgimenti della classifica finale di serie A dell’attuale campionato 2009-2010 in conseguenza della riapertura da parte della FIGC del processo sportivo denominato “calciopoli 2”. Un ulteriore ed evidente segnale sulla necessità di reinterpretare il concetto di lealtà sportiva nei rapporti col business di grandi società, alcune delle quali quotate in Borsa, e di favorirne l’applicazione uniforme a tutti i protagonisti del pianeta pallone.

Fonte: IlSole24Ore.com

Lascia un commento


L’autore, Gianluca Libbi, nega ogni autorizzazione a copiare e ripubblicare, per intero ed in qualsiasi altro luogo, i testi presenti sul sito web “www.questidenari.com”. Leggere le informazioni di copyright per ulteriori dettagli.